Recupero materie plastiche

Recupero materie plastiche

Fatti sugli imballaggi di plastica

La produzione e l’uso della plastica in tutto il mondo sono aumentati esponenzialmente negli ultimi anni e il trattamento di questi materiali, una volta utilizzati, è diventato uno dei maggiori problemi, e allo stesso tempo una delle maggiori sfide, del XXI secolo.

Il gruppo SPR, con l’aiuto del suo partner tecnologico belga (AdRem), ha diversi progetti di separazione a umido degli impianti di plastica, adattandosi alle capacità di produzione, alle qualità dei materiali in entrata e alle qualità dei materiali in uscita richiesti.

Cosa fare con gli imballaggi di plastica

“Non dobbiamo dimenticare che la plastica è un materiale fantastico – ci dà prodotti che altrimenti potremmo solo sognare. Il problema è che viene prodotta a un costo così basso, che è stato più economico produrre nuova plastica dal petrolio e dal gas fossile che riutilizzare i rifiuti di plastica”, dice Henrik Thunman.

“Trovando la giusta temperatura – che è di circa 850 gradi Celsius – e il giusto tasso di riscaldamento e tempo di residenza, siamo stati in grado di dimostrare il metodo proposto su una scala in cui trasformiamo 200 kg di rifiuti plastici all’ora in una miscela di gas utile. Che può poi essere riciclato a livello molecolare per diventare nuovi materiali plastici di qualità vergine”, dice Henrik Thunman.

  Distacco della retina tempi di recupero

Nel 2015, circa 350 milioni di tonnellate di rifiuti plastici sono stati generati in tutto il mondo. In totale, il 14 per cento è stato raccolto per il recupero dei materiali – l’8 per cento è stato riciclato in plastica di qualità inferiore e il 2 per cento in plastica di qualità simile all’originale. Circa il 4% è andato perso nel processo.

Nel complesso, circa il 40% dei rifiuti plastici globali nel 2015 è stato trattato dopo la raccolta, principalmente attraverso l’incenerimento per il recupero energetico o la riduzione del volume – rilasciando anidride carbonica nell’atmosfera.

Cosa fare con la plastica

Il rapporto commissionato dall’American Chemistry Council, e realizzato da Ocean Recovery Alliance, è inteso come uno strumento di discussione per una varietà di stakeholder locali e internazionali tra cui: governi comunali e nazionali, aziende, leader di comunità, associazioni di categoria, ONG, sviluppatori di progetti e altri interessati alla gestione dei rifiuti plastici a fine vita[1].    Ha lo scopo di evidenziare le opportunità disponibili per la creazione di valore dalla plastica, di concerto con le barriere normative, tecniche e logistiche che devono essere superate nel percorso verso l’adozione commerciale diffusa della tecnologia plastics-to-fuel (PTF). Il rapporto può aiutare le parti interessate facilitando la condivisione delle conoscenze e la convergenza normativa per accelerare la diffusione dei progetti.    Non inteso come una sostituzione delle tradizionali pratiche di riciclaggio, ma data la grande percentuale di rifiuti plastici che bypassa i programmi di riciclaggio per ragioni come la mancanza di infrastrutture, capacità e tecnologia, il PTF sta diventando una valida aggiunta a un mix di strategie di gestione dei rifiuti solidi urbani (MSW).

  Recuperare dati da sd danneggiata

Iniziativa sulla plastica

PubblicitàCirca 100 milioni di bottiglie di plastica vengono usate e scartate ogni giorno, e l’80% di esse diventa semplicemente spazzatura non biodegradabile. Mentre è comodo consumare bevande direttamente dalle bottiglie di plastica, la spazzatura che si accumula nel processo prende un pedaggio enorme sulla salute del nostro ambiente. Le bottiglie d’acqua di plastica hanno un’impronta di carbonio significativa, con la quantità d’acqua che va a produrre una bottiglia che è fino a tre volte quello che c’è dentro la bottiglia. Inoltre, le bottiglie usate per confezionare l’acqua impiegano più di 1.000 anni per biodegradarsi e, se incenerite, producono fumi tossici. Poiché il riutilizzo è un passo avanti rispetto al riciclaggio, riutilizzare le bottiglie di plastica che già abbiamo è un’ottima abitudine da prendere se vogliamo fare la nostra parte per aiutare a salvare l’ambiente. Sarete sorpresi di quante opportunità di riutilizzo ci sono davvero – una volta che iniziate a cercarle. Quindi, quando avete finito con quella bottiglia di plastica, non buttatela via, usatela per fare qualcosa di fantastico. Dai un’occhiata a questi 20 progetti artigianali a basso costo, creativi e funzionali che trasformeranno l’umile bottiglia di plastica in qualsiasi cosa, dall’utile conservazione alla grande decorazione della casa.

  Recupero crediti bollette defunto
Esta web utiliza cookies propias para su correcto funcionamiento. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos. Más información
Privacidad